La routine del bebè e il baby monitor

No Comments

Il baby monitor è un importante dispositivo immancabile nella vita di ogni genitore: distinto in due grandi famiglie, quella dei baby monitor audio e quella dei baby monitor video, si caratterizza per essere un supporto infallibile per la sicurezza e la protezione del proprio bambino.
Grazie a questi speciali apparecchi, diventa possibile essere una presenza costante nella vita del piccolo, anche durante la nanna: esistono, infatti, baby monitor video dotati anche di sensore a infrarossi per una visuale notturna ottimale.

Tutti i dispositivi, in genere, dispongono della possibilità di visualizzare con costanza la temperatura nella stanzetta del bambino: è importante fare in modo che non vi sia troppo caldo, per favorire un sonno ottimale e rilassante. La routine del piccolo farà la differenza sulla vita della famiglia: tenendo sempre a portata di mano l’unità genitore del proprio baby monitor, sarà possibile ascoltare in ogni momento eventuali rumori, pianti, colpetti di tosse o richieste di attenzione.

Per far sì che il bambino sia tranquillo e rilassato, l’alimentazione è un fattore estremamente importante: grazie alla scelta di un’agenda pianificata e giornaliera, sarà possibile prevedere in ogni momento quello che ci aspetterà di lì a poco. Contando su orari precisi e poppate precise al minuto, si potranno organizzare le proprie attività in compagnia del proprio bambino. All’inizio i neonati hanno bisogno di poppate frequenti e abbondanti, su richiesta: in seguito, col passare dei giorni, diventa necessario incoraggiare il bambino a poppate complete, aumentando, così, l’intervallo tra una poppata e l’altra. Assieme a un’alimentazione corretta e puntuale, è opportuno dettare anche una routine per il sonno: più questo sarà regolare, più tutti, in famiglia, potranno dormire e riposarsi correttamente. Tenendo sempre a portata di mano il proprio baby monitor, nel caso in cui fosse necessario intervenire, sarà possibile godere della giusta tranquillità e del giusto relax per sonni rigeneranti.

Nei primi mesi di vita i bambini riescono a stare svegli al massimo per 90 minuti di seguito: tenendo a mente questo dato, sarà possibile comprendere se e quando il bambino potrebbe essere stanco. Metterlo a letto troppo presto o troppo tardi, infatti, comporterebbe irrequietezza e irritabilità nel piccolo: durante la notte, poi, la poppata deve esserci nel momento in cui il piccolo si sveglia naturalmente, al sentore della fame.

Verso i tre mesi di vita, prima della messa a letto, un bel bagno caldo e rilassante, seguito da un massaggino al pancino, una poppata, una ninna nanna e una montagna di coccole, favoriranno il suo sonno e un benessere estremamente equilibrato. Il baby monitor diventa essenziale non solo per controllare la sua nanna, ma anche per poter stare sicuri che la routine sia efficace: seguire i bisogni del piccolo è sempre molto importante. Se vediamo che le poppate durante il corso del giorno, sono troppo ravvicinate o troppo poco abbondanti, bisognerà cambiare qualcosa: il baby monitor terrà sotto controllo i bisogni del piccolo trasmettendo all’unità genitore tutti i suoni e i rumori provenienti dalla sua stanzetta.

Braun silk epil: qual è l’epilatore migliore più adatto a noi?

No Comments

E’ difficile riuscire a scegliere un epilatore più adatto a noi tanto che molte persone trovano difficoltà nell’acquistarlo. Nonostante tutto però Braun è diventato uno dei marchi più venduti al mondo. Tutti i prodotti Braun hanno una qualità straordinaria e le persone scelgono questo marchio perché affidabile e duraturo.

Braun: ecco come sceglierlo

Gli epilatori Braun Silk epil sono tra i più efficienti e garantiscono una pelle morbida sino a 4 settimane. Esistono in commercio differenti modelli a seconda delle esigenze:

  • epilatore con doppia funzione: epilazione ed esfoliazione (la pelle diventa più luminosa);
  • epilazione veloce e preciso, dovuta alla testina più ampia (circa il 40%);
  • epilatore ideale per i peli corti e soprattutto per chi ha una pelle delicata;
  • epilatore con alimentazione continua che permette di avere un pelle lisca e confortevole

I prodotti si evolvono tanto che se prima non era possibile immaginare di epilarsi sotto la doccia, oggi si. Esistono alcuni modelli in grado di stare a contatto con l’acqua e persino immergerlo quindi accerttarsi che nella confezione ci sia questa funzione altrimenti saremo costretti a stare vicino alla presa elettrica.

Meglio preferire le testine in ceramica oppure in acciaio?

Braun Silk epil dispone di una testina con pinze in acciaio che offrono una maggiore resistenza, ma potrebbero causare dei disagi a coloro che presentano allergie al nichel; esistono modelli con pinze da 20 a 40. Per questa ragione bisogna valutare bene l’acquisto e in caso di particolari condizioni preferire le testine in ceramica, anche se sono soggette a rottura.

A seconda del modelloche si sceglie, il prezzo cambia; tutto dipende prevalentemente dalle funzioni del prodotto. Comunque sia se si ha voglia di risparmiare è consigliabile dare un’occhiata alle varie offerte online, prima di dirigervi in un negozio e rischiare di acquistare un epilatore che nemmeno ci interessa. Il web offre molti più modelli a disposizione quindi mettetevi comodi e trovare il vostro modello preferito!

Materassi memory : tutto dipende dal marchio che si sceglie

No Comments

I materassi in memory stanno sempre più prendendo piede e le persone iniziano ad apprezzarli. Il materiale utilizzato per realizzarlo, originariamente veniva impiegato dalla Nasa per realizzare delle tute confortevoli agli astronauti infatti è in grado di uniformare la temperatura, adattarsi al corso ed ovviamente a donare un comfort appagante.

Il materasso in questione riesce a non perdere mai la sua forma e si adatta ad ogni tipo di corporatura. Insomma tutto davvero interessante ma andiamo a vedere insieme i materassi memory prezzi, leggermente più consistenti rispetto ad un materasso standard.

Materassi memory: struttura, vantaggi e svantaggi

I memory vengono strutturati su diversi strati e l’ultimo che appoggia sulle doghe è realizzato con il poliuretano espanso (materiale essenziale per evitare che il materasso si deformi col passare del tempo) mentre lo strato superiore è realizzato con materiale visco-elastico; ottimo per renderlo super traspirante ed adattabile ad ogni stagione.

Questo materasso deve essere scelto se si hanno problemi con il sonno oppure se si hanno dei problemi alla circolazione in quanto riescono ad adattarsi perfettamente al corpo eliminando i punti di pressione. Importante è specificare che sono anallergici, traspiranti e antiacaro. L’unico svantaggio che si può riscontrare con i memory è il non poter utilizzare delle termocoperte né tanto meno degli elementi riscaldanti perché potrebbero rovinare il materasso.

Prima di acquistare un materasso in memory è bene specificare che più strati ci sono e migliore sarà il comfort. Per questa ragione i prezzi dei materassi in memory partono da un minimo di 400 euro sino ad un massimo di 1500 euro (le società che si occupano di produrre questi particolari materassi sono molteplici). Di solito per avere un buon memory la spesa media è di circa 800 euro, anche se potremmo pagarlo meno grazie ad alcune offerte.

Una volta acquistato basterà avere alcune accortezze come essere girato di tanto in tanto invertendo la posizione testa-piedi.

Il miglior materasso è quello in memory foam?

No Comments

Al materasso in memory foam è stata fatta tantissima pubblicità nel corso degli ultimi anni. È talmente popolare che difficilmente vengono venduti materassi fatti con materiali differenti. Ma perchè è così famoso? E’ veramente la scelta migliore? Di seguito alcune informazioni per capire di più sul memory foam.

Il materiale memory foam, che cosa è:

Il memory foam è una schiuma di poliuretano addizionata con sostanze che ne cambiano l’elasticità. La sua caratteristica principale è che reagisce al calore e può modellarsi in base a chi ci si a pioggia sopra. Nasce negli anni ’80 alla NASA, come materiale per attutire il rientro nell’atmosfera degli astronauti.

Il suo costo è sempre stato elevato, ma quando la popolazione civile si è interessata alle sue caratteristiche sono stati creati modelli di materassi più economici.

Dà il meglio di sé se posato su una ottima rete a doghe.

Inoltre, ogni zona del materasso memory foam è più o meno deformabile: questo consente al letto di sostenere in modo diverso le varie zone del corpo, a seconda di quanta pressione esercitano.

In questo modo il corpo sarà quasi “avvolto” dal materasso, che eviterà movimenti bruschi che causano risvegli frequenti e fastidiosi doloretti al mattino quando si ha dormito in posizioni sbagliate.

Perché piace tanto?

Beh, chi non vorrebbe svegliarsi al mattino fresco, riposato e senza mal di schiena? Ovviamente il materasso memory foam non è una cura: può però avvantaggiare alcune persone particolarmente sofferenti.

Se i vostri problemi sono invece limitati ad alcune zone del corpo, come per esempio collo e spalle, potete optare per i cuscini nello stesso materiale, validissimi per assicurare il giusto sostegno.

Inoltre, il materiale di cui è composto il materasso memory foam è antiallergico e antiacaro: se temete che polvere e insetti si accumulino nel vostro materasso, potete pensare a questa tipologia di materiale per prevenire il problema.

Quando non è la scelta migliore?

Soprattutto se soffrite molto il caldo. La tendenza ad avvolgersi sul corpo del memory infatti consente una limitazione nella dispersione del calore. In estate, alcune persone hanno lamentato di soffrire il caldo più su un materasso memory foam che su altri tipi di letti.

L’inconveniente può essere limitato scegliendo però materiali combinati, come il memory+lattice, e acquistando solo prodotti di altissima qualità, sia per il materasso che per la biancheria da letto, studiati appositamente per ridurre questi fastidi.

Perché usare lo scaldabiberon e non il microonde

No Comments

Lo scaldabiberon viene spesso sottovalutato quando si acquistano gli accessori necessari per la cura di un bambino. Molte mamme e molti papà, infatti, preferiscono scaldare il latte utilizzando il microonde, un elettrodomestico presente in tutte le case che in pochissimi secondi scalda qualsiasi cosa. Tuttavia è sempre meglio scegliere di acquistare il miglior scaldabiberon per avere la giusta sicurezza per il proprio bambino.

Lo scalda biberon, per prima cosa, consente di impostare la temperatura migliore per il latte che è di circa 37 gradi, con il microonde questo non è possibile. La differenza nelle due procedure sta infatti nella capacità di scaldare uniformemente qualsiasi tipo di liquido, latte compreso, propria dello scaldabiberon ma non del microonde: utilizzando quest’ultimo spesso si nota al tatto una temperatura di un certo tipo alla base, molto diversa da quella del poppatoio.

Su moltissime scatole di latte in polvere viene espressamente sconsigliato di scaldare il latte utilizzando il microonde, in altri casi invece si possono trovare consigli, come l’importanza di agitare il biberon e di verificare la temperatura sulla mano prima di somministrarlo. Questo aspetto non riguarda lo scaldabiberon, che può essere utilizzato senza nessun tipo di problema con qualsiasi marca di latte in polvere.

Non tutti sanno che i biberon in plastica colorata possono raggiungere temperature molto più elevate rispetto a quelli trasparenti o in vetro: in questo caso è fondamentale utilizzare uno scaldabiberon, ottimo sia con modelli colorati che con modelli in vetro. Raggiungendo un’alta temperatura in pochi secondi con il microonde, il vetro potrebbe lievemente incrinarsi.

Stando ad alcuni studi, inoltre, il latte riscaldato con il forno a microonde comporta la perdita di alcuni enzimi e nutrienti essenziali. La percentuale può andare dal 60% al 90%, per questo motivo è bene utilizzare uno scaldabiberon (senza però fargli superare i 45 gradi, temperatura alla quale si distruggono gli enzimi).

Tante ricette per sfruttare al massimo il tritatutto

No Comments

Il tritatutto è un elettrodomestico classico, immancabile nelle nostre cucine: consente di ottimizzare i tempi di preparazione dei piatti più gustosi della nostra tradizione, di risparmiare tempo e fatica per lavare coltelli e taglieri, di divertirsi a sminuzzare tutto ciò che ci passa per la testa, stimolando la creatività immancabile in cucina. Come sfruttare al meglio il proprio tritatutto? Per prima cosa, sottolineiamo che ne esistono modelli di tutti i tipi: da quelli manuali, azionabili per mezzo di una manovella da far ruotare, a quelli ultra-tecnologici, dotati di particolari lame, contenitori e strumenti utili per la manutenzione. Il tritatutto è indispensabile per poter tritare finemente biscotti, frutta secca, spezie e ortaggi per la preparazione di battuti ideali per poter gustare in compagnia dei propri cari, deliziosi manicaretti e pietanze da leccarsi i baffi.

Per un antipasto delizioso, per esempio, una genuina salsa da accompagnamento per patatine e nachos, da preparare col proprio tritatutto a corda, lascerà di stucco i propri ospiti: tritando due cipolline, una dozzina di pomodori ciliegia, un paio di spicchi d’aglio, il tutto condito con olio, sale e pepe, in pochi secondi si avrà pronta la propria salsa. Che dire di una bella omelette veloce e gustosa? È sufficiente tritare tre uova, diluite con un bicchiere di latte o di panna, e insaporirle con sale e pepe a piacere. Un piatto gustoso, ideale anche per gli amanti della colazione salata e all’americana!

Con il proprio tritatutto è possibile preparare qualsiasi cosa: una buona zuppa di asparagi, ad esempio, richiede semplicemente un mazzo di punte di asparagi, uno spicchio d’aglio, una tazza di brodo di pollo, un vasetto di yogurt, sale e pepe a piacere. In pochi istanti, una deliziosa cenetta sana e genuina sarà pronta da gustare; per un po’ di sfizio in più, perché non tritare un po’ di pane secco, saltato in padella con olio e aglio, da spolverare sulla propria zuppa di asparagi? Il tritatutto dà modo a ognuno di noi di sentirsi veri e propri chef nella cucina più buona del mondo: quella della nostra casa.